Londra parte 3

Per il secondo giorno avevo programmato il British Museum.

L’entrata era alle h10, ma noi siamo arrivate prima ed era già aperto.

L’ingresso è gratis, ma si può lasciare una donazione (la cosa fastidiosa è che ti chiedono di lasciare 5 sterline, a questo punto potevano mettere il biglietto a questo prezzo che se è una donazione io devo essere libera di donare ciò che voglio, no?).

londra-britishmuseum

Le prime sale che abbiamo visitato sono state quelle dedicate alle religioni asiatiche.

Poi ci siamo spostate nella parte egizia e da lì abbiamo continuato il tour passando tra i romani, i greci, i mesopotamici, i vichinghi, i celti, insomma credo di aver visto davvero tutto il museo. In certe parti siamo passate un pochino più velocemente, in altre ci siamo soffermate di più, però è un gran bel posto e vale la pena farci un salto.

Purtroppo le descrizioni delle cose in mostra sono solamente in inglese, per cui se non lo conoscete farete un pochino di fatica.

Abbiamo visto anche la famosissima Stele di Rosetta, anche se con una marea di gente davanti.

Una volta uscite ci siamo ritrovate subito di fronte al pub nel quale avevo progettato di andare a mangiare. Si tratta del Museum Tavern.

londra-museumtavern

Di questo posto avevo letto su di una rivista specializzata di viaggi, dicevano che era il posto in cui andava a mangiare Sir Arthur Conan Doyle, per cui volevo andarci assolutamente. In generale non è male, caratteristico e tradizionale, solo che del famoso autore non vi è traccia. Nada de nada. Nemmeno un piatto sul menu.

londra-museumtavern2

Comunque abbiamo mangiato bene. Abbiamo ordinato il piatto tipico del locale fatto apposta per due persone: un paio di Pie, un paio di mini hamburger, dei filetti mignon di merluzzo fritto, puré di piselli, patatine fritte, salsa barbecue e salsa tartara.

londra-museumtavernmenumix

Ed io non potevo non prendere una Guinness 😛

londra-birra

Tutto molto buono. Io ormai sono Pie dipendente, adoro quelle tortine!!! 😉

Mchan