My lovely anime character

Prendendo spunto da un post di VampirettaFolle su Parole Pelate.
Parliamone | Quando l’Amore Brucia nell’Animazione
Sicuramente il primo personaggio non in carne ed ossa, ma in carta ed acrilico, per cui ho preso una cotta è stato Marzio/Mamoru di Sailor Moon.
milordmamoru
Così maturo e misterioso. Anche se a posteriori non ho mai ben capito cosa ci trovasse in una petulante, frignona e mocciosa come Bunny/Ukino.
Poi è arrivato Ferio di Rayearth.
ferio
Quanto lo shippavo con Fuu, che era anche la mia preferita tra le tre guerriere.
ferio2
Ps: sì, lo so che le immagini sono tratte dal manga omonimo, ma di immagini dal anime non ne ho trovate.

Un’altro personaggio maschile che mi piaceva tantissimo era Daisuke di Un fiocco per cambiare.
daiki
Tipico ragazzino preadolescente che nonostante abbia intrinseco dentro di sé il non dover apparire troppo carino/gentile verso le ragazze aiuta la protagonista e si offende anche se lei fa di testa sua e non lo avverte o chiama per una mano.

Ah! E naturalmente come non annoverare Syrio il cavaliere del Drago de I cavalieri dello zodiaco?
syrio
Mai vista la serie per intero, però se capitava uno sguardo al bel tenebroso e sfigato lo buttavo.

Dei principi Disney non ho mai avuto un preferito da piccola se non per il Principe Filippo de La Bella Addormentata nel Bosco. L’unico che ha realmente combattuto per la sua bella. Che i principi Disney erano tutti abbastanza amorfi, servivano solo per far brillare la principessa di turno.
princephilipp
Negli ultimi anni però, praticamente da quando è uscito il film, mi sono ritrovata ad adorare Flynn di Rapunzel. Che non è nemmeno un principe tra l’altro. Ma è scanzonato al punto giusto ed alla fine si sacrifica sul serio per lei. E poi come non si può adorare la sua faccia quando la guarda mentre ballano nella piazza del villaggio? Che poi è anche il punto nel quale scopre di provare qualcosa di forte che non pensava avesse mai potuto provare per qualcuno.
foto

Mchan

Cenerentola

cinderellaposter

Anno: 2015

Regia: Kenneth Branagh

Soggetto: Cenerentola di Charles Perrault

Sceneggiatura: Chris Weitz

Cast: Lily James, Richard Madden, Cate Blanchett, Helena Bonham Carter.

Credo che Cenerentola sia stata la mia fiaba preferita da che ho memoria. Penso di aver visto qualsiasi film tratto od ispirato ad essa. Naturalmente quello che ho nel cuore è la versione animata della Disney del 1950, ma anche il film del 1998 La leggenda di un amore (Ever After) con Drew Barrymore lo rivedo volentieri.

Quindi quando la Disney ha deciso di produrne una versione con attori in carne ed ossa ero molto contenta e non vedevo l’ora di vederlo. Purtroppo non sono riuscita ad andare al cinema e sono riuscita a vederlo solamente un paio di mesi fa quando lo hanno mandato in onda in prima visione su Rai 1.

Dire che ne sono rimasta alquanto delusa è un eufemismo.

Forse sarò troppo legata alla versione animata con le canzoni e la magia appunto dell’animazione, ma ho trovato una lista smisurata di cose che non mi sono affatto piaciute. Che poi viene descritto come un remake in live action quando di simile con la versione animata ha poco o niente.

Iniziamo con le poche che ho salvato:

I costumi e la scenografia, davvero bei luoghi ed il palazzo reale era stupendo.

La scelta degli attori principali, non male.

La fata madrina più giovane non mi è dispiaciuta, in fondo è una fata e può usare la magia per ringiovanirsi, no?

La narrazione dell’infanzia di Ella (Cenerentola) con la madre.

La spiegazione del soprannome Cenerentola (in inglese Cinderella che riprende appunto il suo nome proprio Ella).

Gli effetti speciali e la loro gestione. Non so se sul grande schermo si notavano di più, ma al televisore non ce ne si accorgeva.

Quello che non mi è piaciuto:

I topolini, o meglio il loro non parlare e la loro completa inutilità fino alla trasformazione in cavalli per la carrozza.

Lucifero, il gatto. Anch’esso inutile dato che c’è stata solamente mezza scena con lui ed il suo volersi mangiare i topi.

Il mantra di Ella: Sii coraggiosa e gentile. Gentile ok, ma coraggiosa??? Perché??? Semmai paziente, comprensiva, indulgente, non di certo coraggiosa. Una ragazza coraggiosa non sarebbe sottostata alle continue angherie della matrigna e delle sorellastre, si sarebbe ribellata od avrebbe come minimo risposto ogni tanto.

L’incontro nella foresta con il Principe. Scena completamente inutile. Se volevano dimostrare (come ho percepito io) che i due non si innamorano solamente guardandosi al ballo reale, non ci sono riusciti per nulla per quanto mi riguarda dato che comunque il Principe dice che si è innamorato di lei appena l’ha vista nella foresta. Se invece volevano dare un motivo meno opportunistico a lei per partecipare al ballo, dato che non sapeva che il ragazzo incontrato nella foresta fosse un principe, non ci sono riusciti lo stesso, perché apparire come una principessa non è che sia molto carino quando si vuole solamente incontrare un servitore di corte. Tra l’altro se l’aveva incontrata nella foresta per ritrovarla dopo il ballo poteva limitarsi a cercarla lì nei pressi, no?

Le canzoni, o meglio l’assenza di esse. Capisco che ultimamente i film con molte canzoni non piacciono, però un paio potevano metterle. Lei addirittura ad un certo punto canta, ma non è una canzone del film d’animazione, bensì una nuova di zecca e sinceramente pure abbastanza insulsa. Se fosse stato un film prodotto da un’altra casa di produzione avrei potuto capirlo, ma un film prodotto dalla Disney che invece di una sua canzone (della quale detiene i diritti) ne fa cantare un’altra, chiamandolo remake, non lo capisco proprio.

Il capitano delle guardie interpretato da un attore di colore. Ecco, se c’è una cosa che non sopporto delle ultime produzioni, che siano esse per il grande schermo o per la televisione o per qualsiasi altra piattaforma, sono le quote per le minoranze razziali e LGTB. Davvero non lo concepisco. Se si tratta di una storia moderna ci può anche stare, perché il mondo è bello perché è vario e negli Usa specialmente ci sono una moltitudine di persone provenienti da altre nazioni che si sono integrate benissimo da generazioni. Ma in un film che come soggetto ha una fiaba del XVII secolo, nel quale periodo è anche ambientata, anche no. Anche perché è l’unico. Anche tra le comparse, sia al ballo che in paese, non mi pare affatto di aver scorto qualche altra persona di colore.

Mchan

 

Disney tag

disneytag

Le regole son sempre le solite:

Usare l’immagine logo della Disney;

Ringraziare, taggando, l’ideatore della catena;

Ringraziare, sempre taggando, chi vi ha nominate;

Comporre una classifica di 10 brani Disney, scelti tra i vostri preferiti e se ne avete raccontare aneddoti della vostra vita legati al brano o al film in toto;

Nominare a vostra volta 5 blogger, invitandoli a stilare una vostra classifica.

 

Allora, immagine usata, grazie sbadatamentecomplicata che ha ideato la catena e mi ha nominato.

La mia classifica:

Come ben sapete io non so fare una classifica, sono proprio negata, per cui mi limiterò a fare una lista dei 10 brani Disney che amo in base a quello che mi ritrovo nell’I-pod.

1. A dream is a wish your heart makes – Cinderella

https://www.youtube.com/watch?v=cSgUzkcKa1o

Questo è il mio film della Disney preferito in assoluto, quello che ho sempre portato nel cuore fin da bambina senza un perché preciso.

Ho messo la versione più pop perché è quella che mi piace ascoltare.

Ricordo? Quando facevo danza, tipo alle elementari, e l’abbiamo messa in scena come saggio di fine anno. Io ho fatto la sorellastra Genoveffa, di mia spontanea volontà, ero già un po’ anticonvenzionale. Cenerentola era una del corso avanti al mio e tipo la veneravamo come se fosse un idolo (come chiamano oggi i beniamini). Il principe era un’altra ragazza che di maschi non ce ne erano, almeno non della loro età. Le musiche erano quelle del balletto originale, ma la sceneggiatura ed alcune canzoni le aveva scritte la mia Maestra di pianoforte, persona piena di talento/i che ho adorato. Sì, ho scritto apposta talento/i perché era fantastica in svariate arti: sapeva suonare e scrivere musica, disegnare, dipingere, scrivere testi e sceneggiature ed insegnare (tutte queste le cose precedenti). In più aveva un cuore enorme e rimarrà per sempre nel mio di cuore anche se ho dovuto lasciare le lezioni troppo presto.

2. Let it go – Frozen

https://www.youtube.com/watch?v=moSFlvxnbgk

Amo la versione di Idina Menzel. La versione italiana la ascolto solo se guardo il film che fare avanti ed indietro con le lingue non è molto comodo.

Questo film è quello che mi ha fatto tornare a guardare un film Disney al cinema dopo anni di snobaggio. Naturalmente non contando i film con attori in carne ed ossa tipo i Pirati dei Caraibi.

E’ stato amore a prima vista (del trailer in pieno giugno) ed ancora oggi mi ritrovo a dire qualche battuta alla Olaf e mia madre le capisce!!! Miracolo!!! E poi mio nipote piccolo ques’anno ci si è mascherato a Carnevale da Olaf, tenero!!! ❤

3. I see the light – Tangled

https://www.youtube.com/watch?v=hr5gMYpm8TQ

E’ l’unica canzone di questo film che mi piace e ricanticchio. Rapunzel è diventata la mia principessa preferita (sempre dopo Cenerentola, che si trova al primissimo unicissimo posto) dalla prima visione. Mi rispecchia abbastanza. Lei ed i suoi mille hobby, il suo non fidarsi subito delle persone, la voglia di vagare per il mondo e la paura al contempo, il suo trovare del buono anche nel peggio e poi alla fine è bruna come me!!! Per non parlare di Pascal, adorabile!!! Un po’ l’amico immaginario dato che non può rispondere, un po’ come il mio orsacchiotto preferito che è con me fin da piccina e che ancora abbraccio forte in cerca di conforto nei momenti bui. E poi c’è lui: Flynn. Cioè, devo dire altro? Lui è il classico ragazzo con la faccia da schiaffi (come si dice dalle mie parti per non dire fijo de…) che alla fine capitola per la bella e semplice principessa. Un non principe più principe di tutti. E la scena con le lanterne è super romanticissima!!! ❤

 

4. Tale as told as time – La Bella e la Bestia

https://www.youtube.com/watch?v=uQ0ODCMC6xs

Di questa canzone mi piace sia la versione italiana che quella originale. E’ stato uno dei primi film che ho visto al cinema. E poi mi hanno regalato le bambole tipo Barbie quel Natale, lui ce l’ho ancora. E comunque la scena del ballo nel salone centrale all’epoca era qualcosa di meraviglioso.

5. Circle of life – Il Re Leone

https://www.youtube.com/watch?v=GibiNy4d4gc

Come non ricordare la maestosità della scena iniziale di questo film?

Sono andata a vederlo al cinema e durante la scena della morte del padre ho pianto, però poi mi sono ripresa grazie a Pumba&Timon. Avevo un gioco per il pc tipo flipper con loro due e ci giocavo spessissimo, uno dei rarissimi giochi per pc con cui giocavo perché non è che sia molto ferrata in questo campo e poi mi scoccio abbastanza in fretta. Il mio tablet è un via vai di app-games.

6. Once upon a dream – La bella addormentata nel bosco

https://www.youtube.com/watch?v=TXbHShUnwxY

Anche questa è l’unica canzone che mi piace di questo film. E mi piace perché si incontrano i due innamorati ed è molto romantico. Poi Philip è l’unico principe con un senso per la sottoscritta, l’unico che fa qualcosa di concreto per salvare la sua bella oltre che baciarla.

7. La canzone dell’aquilone/Let’s go fly a kite – Mary Poppins

https://www.youtube.com/watch?v=HBoJFb9G5mM

https://www.youtube.com/watch?v=BA-g8YYPKVo

Mary Poppins è uno dei film della Disney con attori in carne ed ossa che adoro.

Anche questo brano è legato ai miei giorni da ballerina. Non ricordo per quale saggio l’avevamo usata, ma ricordo che era la canzone con cui uscivamo di scena, saltellando in mezzo alla platea con degli aquiloni di carta velina in mano. Ma la nostra versione era in italiano.

8.   Dolce sognar – Lilly e il Vagabondo

Questa è stata la prima videocassetta che mi hanno regalato. Non l’ho vista moltissimo perché i gatti siamesi mi facevano impressione. Insieme poi c’era come gadget una spillina con i protagonisti che è stata sul bavero della mia giacchetta di jeans per anni ed anni.

9 e 10.  ……

Ecco, come volevasi dimostrare non so finire la classifica 😛

Diciamo tutta la colonna sonora di Fantasia.

Una soddisfazione (a 10 anni) averle studiate a pianoforte e saperle riprodurre, più o meno. In particolare “La danza delle ore” e quella dei fiocchi di neve da Lo Schiaccianoci.

Quasi tutte le canzoni che ho scelto sono in lingua originale perché mi piace molto ascoltare i medley che postano su youtube i cantanti in erba americani.

Sono negata anche a nominare per cui ritenetevi taggati tutti 😛

 

My lovely trips go to cinema

disneytruth

Non si è mai troppo vecchi per un film Disney.

Verissimo. Infatti nell’ultimo mese ne ho visti ben due.

Era da molto che non vedevo un film di animazione della Disney al cinema, più precisamente dal 1996 anno in cui uscì Il Gobbo di Notre Dame. Da allora nessun altro mi aveva affascinato tanto da andare a vederlo sul grande schermo.

Ho visto Alla ricerca di Nemo e Ribelle – The Brave in dvd, Toy Story 2 e 3 in tv, ma sono della Pixar ed a parte il primo gli altri non li ho trovati poi così stupefacenti.

Invece a dicembre ho visto Rapunzel (in dvd e mi sono pentita di non essere andata al cinema quando è uscito ed anche di non averlo visto prima) e poi Frozen e me ne sono innamorata. Letteralmente. Finalmente la Disney è tornata alla magia dei primi classici. Quelli dove c’è la principessa ed il principe azzurro, dove il lieto fine è assicurato. Ed in fondo sono questi i film d’animazione che uno spera di vedere. Con un bel po’ di vena comica che non guasta.

locandinarapunzel
Se nel primo era data dalla stessa Rapunzel, la cui scena appena uscita finalmente dalla torre la vede essere in un primo momento contentissima ed entusiasta della cosa ed un secondo dopo in colpa per aver disobbedito alla madre, e questo succede a ripetizione, in stile bipolare, a me ha fatto sbellicare dalle risate. Nel secondo è data dal pupazzo di neve Olaf che adora l’estate ed i caldi abbracci, non sapendo cosa essi rappresentino davvero per lui (ovvero lo scioglimento), e che si scompone in continuazione. Doppiato da un bravissimo Enrico Brignano.

locandinafrozen

Gli sfondi non sono proprio in acquarello puro, ma sono molto più romantici e soft rispetto al freddo CGI dei film degli ultimi tempi.

Ritorno anche della musica. Bellissima prova delle due doppiatrici italiane di Anna&Elsa (Serena Rossi e Serena Autieri).

Un bel viaggio nelle terre incantate del Nord, con neve e ghiaccio ovunque, e nel mondo delle favole, quelle vere, stile della Buonanotte.

L’happy ending è scontato, ma fa bene al cuore.

Perché se è vero che non si è mai troppo vecchi per un film della Disney, è vero anche che non lo si è nemmeno per sognare.

Mchan

Shopping time

Ricordo solamente una marea di oggetti targati Disney.

Quali magliette, felpe, peluche, libricini, un cappello a forma di Minnie, cartoline varie, disegni, lenzuola de Il Re Leone (che uso ancora). Purtroppo non mi ritrovo quasi più nulla…

Svariate monetine da un centesimo forgiate con i personaggi Disney.

disneycoins

Ok, la foto non è venuta granché che le monete sono un pochino ossidate però si possono scorgere: il logo degli Studios, Topolino che gioca a baseball, Minnie, Pluto, Ariel, Capitan Uncino, Peter Pan, Nala, Campanellino, il logo di un’attrazione di Seaworld e dei delfini.

E nulla più. All’epoca non andavano le calamite (:-() e poi non potevamo riempire troppo le valigie.

Mio fratello ci è tornato di recente in America, per lavoro però, e si è riempito la valigia di indumenti firmati Timberland che lì costano decisamente di meno. Per non parlare del computer Mac. Purtroppo il viaggio costicchia parecchio…

Mchan

Florida parte 6

E’ finalmente arrivato il giorno di Disneyworld!!!

Naturalmente è tutto addobbato in stile natalizio.

floridadisneyland

Abbiamo fatto l’abbonamento di 4 giornate per cui non ricordo molto bene quando ho fatto delle cose piuttosto che altre e ve le dirò tutte in questo post.

Naturalmente ci sono migliaia di attrazioni. Il parco è suddiviso in tre sezioni:

il parco a tema con le attrazioni ed i giochi

il parco con gli studios

il parco dedicato al futuro.

Le file per le attrazioni erano lunghissime ed i temi di esse erano i film della Disney naturalmente. Ce ne era anche una dedicata ad Indiana Jones e la casa di Mickey Mouse (Topolino). In più vi erano varie rappresentazioni in giro per i teatri del parco.

Ecco quelle che ho visto: La Bella e la Bestia, La Sirenetta, Pocahontas + tre spettacoli speciali per Natale.

Hanno fatto anche una sfilata per Capodanno dove tutti erano vestiti in argento.

Di foto ne ho a iosa, ma la loro qualità non è delle migliori non essendo in digitale e di notte per giunta.

Un must dei bambini era fare le foto con i vari personaggi che girovagavano per il parco. Io ne ho svariate ma non mi ritrovo più l’album… 😦

Tra l’altro ho avuto anche la fortuna di incontrare Mickey Mouse (Topolino) che era praticamente introvabile 😀

La parte futuristica non mi ha colpito molto. Però sono rimasta affascinata dagli studios.

floridatargadisneyland

Questa targa era affissa all’entrata. La traduzione é:

“Questo posto del C’era una volta è dedicato al futuro. Quelli che lavorano qui avranno la missione senza tempo di servire l’immaginazione e rendere reali i nostri sogni. Dalle loro menti creative ed abili mani verranno doni che trascendono il tempo e saranno vostri per sempre”

Dentro si potevano vedere gli artisti all’opera e tutto il procedimento per creare un film d’animazione, ma le foto erano vietate.

A Capodanno siamo rimasti nel parco e dopo aver assistito alla sfilata abbiamo visto Campanellino che “volava” da una torre del castello di Cenerentola (sì, il castello del parco in Florida era di Cenerentola e non de La bella addormentata nel bosco) fino all’orologio alla mezzanotte e dava inizio ai fuochi d’artificio.

floridadisneyland2

Mchan