In the dark

Anno: 2019  in corso

Paese: Usa

Episodi: 13 a stagione, 3 stagioni, in corso

Genere: giallo

Cast: Perry Mattfeld, Brooke Markham, Morgan Krantz, Casey Deidrick, Keston John, Rich Sommer, Kathleen York, Matt Murray, Ana Ayora, Dewhane Williams, Marianne Rendn, Nicki Micheaux,   

Trama: Murphy è una ragazza non vedente che una sera trova nel vicolo dietro casa, dove va sempre a fumare, il cadavere del suo migliore amico, un quindicenne spacciatore. Chiama la polizia, ma quando arrivano il corpo è scomparso. Si metterà ad indagare con i suoi amici.

La trama della prima stagione non è malaccio, anzi. C’è una buona dose di giallo mista ad una buona dose di dramma e commedia. Il problema è principalmente la protagonista che è davvero odiosa (e più va avanti e peggio diventa), ma viene compensata dai personaggi secondari che sono ben scritti: la sua migliore amica e coinquilina lesbica, l’amico morto che compare nei flashback, il poliziotto vedovo con la figlia adolescente non vedente, il cugino ambiguo del ragazzino morto, il tipo affascinante. Il finale ha anche un bel colpo di scena.

La seconda stagione già diventa leggermente surreale ed a tratti ridicola. Tra l’altro la trama non è nemmeno chissà quanto affascinante, la morte di quel tizio che si vede nel primo episodio che poi sarebbe una specie di spoiler del finale, francamente è la cosa meno interessante dell’intera stagione. Il tipo non prende mai una posizione di rilievo all’interno della cerchia dei personaggi protagonisti, anzi, per cui la ragione per cui è morto e chi è stato ad ucciderlo diventa irrilevante. Finisci che non te ne importa davvero nulla.

La terza la supera ancora di più. Gli autori tendono sempre a far filare tutto liscio alla protagonista che è sempre più detestabile. E ciò è irritante. La ragazza è non vedente, ma riesce sempre ad uscire da ogni situazione pericolosa praticamente indenne. Per non parlare del fatto che riesca a circuire qualsiasi essere umano maschile grazie al suo sex appeal, che per quanto sia carina l’attrice che la interpreta il personaggio è davvero brutto, ha indosso gli stessi abiti da tipo settimane (perché è in fuga), ad un certo punto si ritrova a dormire per strada e probabilmente non si lava da giorni. Mah… Per non parlare del fatto che come hanno detto ampliamente nella prima stagione lei non usa alcuna protezione mentre fa sesso, per cui tutti i tizi che vanno a letto con lei praticamente al primo incontro sono degli incoscienti, per non dire completi idioti (e sono stata diplomatica). Ma ancora peggio è il fatto che tutti gli uomini con cui ha avuto a che fare la difendono sempre e comunque (tranne uno) e fanno passare gli altri, soprattutto donne, per invidiose quando fanno loro notare che la tipa si comporta sempre in modo egoistico. Cosa che fa. E la cosa che mi ha irritato di più è che sfrutti la sua disabilità per ingannare la gente e ricattarla emotivamente. Praticamente tutti devono fare tutto ciò che vuole lei altrimenti lei minaccia di farlo comunque e con più fatica essendo non vedente. E siccome le altre persone si preoccuppano alla fine l’ha sempre vinta lei.

I poliziotti sono degli idioti. E ciò non è credibile dato che ci troviamo a Chicago, non in un paesino sperduto della campagna americana. Arrestano una non vedente per aver ucciso con un colpo di pistola abbastanza distante una boss della droga. Anche alle spalle tra l’altro. Tutto molto credibile (ironia modeOn). Ma loro sono convintissimi. Neanche l’esame balistico tengono in considerazione.

Tutta la terza stagione a cercare Jess, l’amica lesbica, ipotizzando addirittura che sia stata rapita ed ammazzata per poi ritrovarla viva e vegeta che voleva solamente allontanarsi dai suoi amici, che la posso anche capire dato che sono tutte relazioni tossiche quelle descritte in questa serie, vedesi come la protagonista cerca di nuovo di manipolarla per farle cambiare idea e tornare con loro, ma farglielo sapere no? Bastava un SMS cavolo! No. Questi autori non sono normali.

Ora scommetto che la quarta stagione sia tutta incentrata sul come far uscire di galera la protagonista nonostante sia colpevole di almeno una mezza dozzina di reati. Certo, non l’omicidio, ma spaccio e riciclaggio di denaro sporco sì. Ma devono farla uscire indenne da tutto come hanno sempre fatto facendole risolvere la qualsiasi per farla sembrare una eroina e non il personaggio pessimo che è in realtà.

Altra nota negativa, almeno per me,  il cane. Bel cucciolone, ma completamente inutile. Sa solo trovare l’uscita ed il bagno, altro non fa. In teoria dovrebbe avvisare della presenza di terze persone, soprattutto se sconosciute, capisco che non possa essere una specie di “Rex”, ma nemmeno starsene impassibile per il 90% delle situazioni. A volte sembra che sia lei a guidarlo mentre camminano e non il contrario.

Come già accennato sopra è stata rinnovata per una quarta stagione, che probabilmente non vedrò. Sono riuscita ad arrivare fino alla fine della terza stagione solamente perché lo hanno trasmesso in un orario in cui non c’era null’altro e nel frattempo giocavo con il cellulare.

Mchan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...