Differenziata

Anche nel mio quartiere è arrivato il kit per la raccolta differenziata, che poi io già la facevo anche senza kit, comunque…

kitdifferenziata

Insieme al kit composto da piccolo bidoncino e sacchetti per l’organico, borse per plastica/carta/vetro ed una busta di cartone c’erano anche un opuscolo molto utile su dove buttare i vari scarti ed un vademecum su quante volte vengono a svuotare i cassonetti. Su questo c’è scritto che vengono tutti i giorni a prendere tutto. Non ci credo nemmeno se lo vedo e dalla mia finestra si vedono e si sentono.

Tutto molto carino, devo dire. Nel senso che è tutto utile e ben spiegato nell’opuscolo, che se dovevano spiegarlo chi è venuto a portarci il kit allora… Praticamente hanno mollato il tutto al nostro portiere che è venuto casa per casa a consegnare facendo il loro lavoro…

Purtroppo il problema è che non c’è per nulla un incentivo. Per esempio in Germania pesano i rifiuti non riciclabili e si paga la tassa solo su di loro, in questo modo sei incentivato a differenziare. Qui è impossibile dato che non possono passare casa per casa, però potevano trovare qualcosa di alternativo. Spero solo che passino sul serio molto spesso dato che quando non passano la gente tende a buttare i rifiuti dove capita. Purtroppo io li ho sotto casa i cassonetti e quindi quando esco ne vedo di ogni. Tra giornali buttati in buste di plastica dentro al cassonetto per la carta, alla qualsiasi buttato nel cassonetto dei rifiuti generici, che di per sé non è un dramma, ma immagino possano farlo anche con quello per i rifiuti solamente organici. Per non parlare delle buste lasciate sul marciapiede quando non vengono a svuotare i cassonetti. Ed io già mi immagino il fantastico suono delle bottiglie di vetro che si infrangono nell’apposita campana alle ore più disparate della notte (già successo la scorsa estate con il cassonetto della plastica e vetro praticamente vuoto 😦 ). Niente da fare, questa cosa dei cassonetti di fronte al portone è una battaglia persa 😦

Mchan

Ps: ma voi lo sapevate che i residui di olii vegetali si devono portare all’isola ecologica? Ce la vedo proprio la gente che ogni volta che usa la friggitrice poi va lì a svuotarla -.-‘

 

Annunci

16 thoughts on “Differenziata

  1. Deby ha detto:

    Noi conserviamo alcune bottiglie di plastica (tipo quelle del latte che sono piu spesse) raccogliamo l’olio e quando abbiamo raccolto 8/9 bottiglie, le portiamo all’isola ecologica. Ce ne sono tre o quattro a Roma mi pare, ma ci stanno anche dei punti di raccolta, tipo a Testaccio all’ingresso di una biblioteca /centro culturale, ci sta una specie di cassonetto per la raccolta dell’olio usato. Noi sono anni ormai che lo raccogliamo cosi. Non è particolarmente faticoso. Per il resto hai ragione….l’Ama non aiuta e la gente non collabora….è un triste 50-50 di responsabilità. Nel resto d’Europa funziona meglio! Pensa che a Mallorca già nel 2008 avevano i cassonetti per la raccolta differenziata interrati e non si sentiva puzza da nessuna parte, zero buste abbandonate fuori dal cassonetto e tutto pulito. Anni luce avanti a noi come sempre.

    Liked by 1 persona

    • mchan84 ha detto:

      Innanzitutto benvenuta!
      Buona idea! Anche io ho un’isola ecologica a pochi isolati, ma la gente del mio quartiere non è particolarmente civile. Non costa nulla portare lì i rifiuti più ingombranti, io stessa ci ho portato svariate cose quando abbiamo dovuto cambiare il mobile in salone, ma continuano ad appoggiare pezzi di mobilio, televisori vecchi e materassi ai piedi dei cassonetti. Tra l’altro se chiami l’Ama te li vengono anche a prendere a casa gratuitamente se li porti al piano terra, ma niente. Per questo dico che si potevano degnare di passare casa per casa e spiegare di persona le modalità della raccolta differenziata anzi che delegare il tutto al nostro portiere.
      Li ho visti anch’io i cassonetti interrati in un paesino sulla costa portoghese, molto carina come idea, ma già prevedo le auto parcheggiate sopra. Sono abbastanza pessimista riguardo alla civiltà dei miei concittadini
      Mchan

      Liked by 1 persona

  2. Oriana ha detto:

    Il mio comune non fornisce più i sacchetti, ma ti dà info su dove acquistarli (al supermercato, ma va???)
    La società che fa la raccolta differenziata qui (tra l’altro mia cliente, ma loro non lo sanno) fornisce i bidoncini… ma io, per averli, ho dovuto lottare… mi dicevano che c’erano quelli condominiali che fanno parte del 35/A, io sono al 35 e non c’è condominio, quindi nemmeno i bidoni del condominio… alla minaccia: “allora lascio il sacchetto dell’umido sul marciapiede”, me li hanno consegnati.

    Liked by 1 persona

    • mchan84 ha detto:

      Sicuramente anche il mio comune una volta finiti quelli che ci ha dato dirà di andarseli a procurare al supermercato. Qui i bidoni dell’umido ancora non sono arrivati, ma se sono come quelli che ho visto in altre zone non so quanta vita avranno. Praticamente dovrebbero essere dei normali bidoni in plastica dura alti più o meno un metro e mezzo, qui da me riescono a rompere persino quelli in metallo, quindi…
      Mchan
      Ps: quindi voi avete i bidoni condominiali con il lucchetto? Perché altrimenti potevi buttare il sacchetto in quello del condominio affianco. Comunque sì, bisogna sempre minacciarli in qualche modo altrimenti non ti calcolano.

      Liked by 1 persona

  3. Noi abbiamo quelli condominiali… nessuno qui usa i lucchetti, se vogliono romperli o rubarli lo farebbero ugualmente. Li teniamo all’interno del nostro cancello, ma dato che nessun condomino maschio ha voluto prendersi l’incarico di uscirli al di fuori ogni sera… hanno smontato la serratura del cancello… perché non solo paghiamo un signore che li esca per noi.. ma non vogliono neanche essere disturbati al citofono da lui, per farsi aprire. Io purtroppo il giorno della riunione ero in Puglia, altrimenti mi rei proposta, a costo di farmi strozzare un ernia per il peso… certo trovando chi mi sostituisca quando non sono in sede.

    Liked by 1 persona

    • mchan84 ha detto:

      Il problema degli edifici della mia zona è che non si ha spazio per tenere i bidoni all’interno di un cortile o giardino e tenerli nell’androne del portone non è un’idea fattibile anche perché ogni edificio ha più o meno una 40ina di appartamenti. La soluzione del pubblico marciapiede non è male se non fossimo incivili e se la raccolta avvenisse sul serio tutti i giorni 🙂
      Mchan
      Ps: dove abita mio fratello funziona come da te, ma lì i condomini sono più piccoli ed hanno tutti uno spazio per il parcheggio dove è possibile tenere anche i secchioni.

      Mi piace

  4. mammaranocchio ha detto:

    Da noi sono anni che si fa..anche qui, i primi anni, davano ad ogni famiglia il kit – con sopra il codice a barre identificativo.
    Ora, ognuno, si compra i suoi sacchetti al supermercato.
    La cosa che mi da fastidio è che, a volte, chi è incaricato di ritirare il tutto decide di suo che non va bene..e lascia giù – così poi ci arrivano le multe..

    Liked by 1 persona

    • mchan84 ha detto:

      Noi siamo fortunati: le multe non possono farle dato che i bidoni sono pubblici 😉
      Però abbiamo questo problema a casa al mare dove non ci sono i bidoni per la plastica e la carta e la gente è costretta a lasciare i sacchi in mezzo alla strada, purtroppo essendo la raccolta in mezzo alla settimana molte volte chi va via il sabato o la domenica li lascia da quel giorno, ma al comune non riescono proprio a capirlo che devono trovare una soluzione, a loro conviene fare le multe.
      Mchan

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...