Connazionali in vacanza parte 6

Tipi da spiaggia

Io già odio il mare, ma siccome vi sono costretta a passare le vacanze estive e comunque fa bene alla mia sinusite ci passo qualche oretta nel pomeriggio. Solo che ultimamente sono diventate ore di tortura.

Purtroppo a questo mondo le persone non sono tutte uguali e non vengono educate tutte allo stesso modo (o nel mio caso non vengono educate affatto).

E di nuovo purtroppo i vicini di ombrellone te li devi subire per tutto il periodo.

A luglio erano delle persone molto carine ed educate: una madre con due bambini piccoli che se ne stavano sempre in acqua; una coppia anziana che fermavano ogni vucumprà che passava ma innocui, una coppia con due figli adolescenti che passavano tutto il loro tempo allo chalet, un’altra coppia con un bambino piccolo che era molto tranquillo. Ora che ci troviamo nel mese di agosto la maggior parte di loro sono cambiati, in peggio.

All’inizio è arrivata una famiglia con un cane che abbagliava ogni volta che passava qualcuno davanti al loro ombrellone, immaginatevi che bella sinfonia dato che di vucumprà ne passa uno ogni minuto, e poi siccome era legato (almeno questo, in teoria avrebbe dovuto avere anche la museruola…) scavava buche nella sabbia alzando un gran polverone ogni volta. E non contenti di tutto ciò i padroni gli facevano anche fare il bagno quando in acqua c’erano anche bambini. Ma non è leggermente antiigienico??? Ora, io non ho cani quindi non so quale sia la normativa a riguardo, però spesso e volentieri in televisione mandano dei servizi sulla gente che non sa dove lasciarli durante le vacanze perché negli alberghi non li accettano e sulle spiagge non li possono portare, tanto che sul litorale laziale ci sono degli stabilimenti appositi. Si vede che qui queste regole non esistono, per cui se qualcuno di questi padroni mi sta leggendo venite pure sulle coste dell’Abruzzo.

Per fortuna questi signori sono stati solo un weekend. Ma siccome al peggio non c’è mai fine ecco che la prima domenica del mese è arrivata un’altra bella famigliola tanto educata.

Questo gruppetto è composto da madre, zia, tre figli e una ragazza non meglio identificata, probabilmente amica della figlia più grande (età: circa 15anni). Gli altri due figli hanno uno 12 anni e l’altra 7. La più piccola è viziatissima, e poco ci importa se non che appena il fratello le fa qualche dispetto, anche solo passarle davanti a volte, lei urla come un’ossessa. E poi arriva la madre che urla al ragazzino. E non è finita qui. Perché non si limitano ad urlare e basta, altrimenti sarebbero più o meno nella norma, no loro imprecano e bestemmiano. Che bella famigliola, vero? Per non parlare del fatto che la zia fuma come un turco. Io spero vivamente che vadano via subito dopo ferragosto.  Ed è già fin troppo tempo…

Mchan

Annunci

4 thoughts on “Connazionali in vacanza parte 6

  1. afinebinario ha detto:

    Ma i trogloditi posson far scuola a questa gente! 😦
    L’educazione proprio è un optional. E pensare che io ho mille paturnie quando sono sulla spiaggia: cerco infatti di non dare il minimo disturbo ai miei vicini d’ombrellone. Non scuoto l’asciugamano con la sabbia, non spruzzo i solari se vedo che loro sono sottovento, custodisco i giornali in modo che il vento non inizi a sollevare i fogli portandoli via, chiudo pure l’ombrellone se mi accorgo che l’ombra finisce su qualcuno di loro che sta beatamente prendendo il sole.
    Spero che i tuoi antipatici vicini alzino le tende prima di Ferragosto… anche se mi viene da pensare che “il peggio non è mai morto”.
    Ti lascio un abbraccio consolatorio…. 😉

    Mi piace

    • mchan84 ha detto:

      Anch’io cerco di non creare disturbo agli altri e praticamente me ne sto sul mio lettino per tutto il tempo.
      Purtroppo, in questo caso, non siamo tutti uguali.
      Mchan
      Ps: grazie per l’abbraccio!

      Mi piace

  2. zimanateco ha detto:

    Ecco perchè non vado ne al mare e neppure in pizzeria da ben 15 anni!
    Io per natura non sono per niente paziente e i ragazzini maleducati non li sopporto proprio come pure gli adulti che non sanno educare i loro “Frugoletti”
    Spero che se ne vadano il prima possibile e che tu possa riavere un po’ di tranquillità.
    Ciaooooo
    liù

    Mi piace

    • mchan84 ha detto:

      Anch’io non sopporto i ragazzini maleducati, ma ancora di più i loro genitori. Quando ero piccola io non si poteva fare praticamente nulla sulla spiaggia, vicino agli altri ombrelloni, per non disturbare i vicini. E venivo ripresa anche solo per aver detto stupido.
      Il problema sta a monte: ossia all’educazione che danno loro i genitori, ed a quella che hanno dato loro i loro genitori. Purtroppo ormai si vive con il pensiero che l’importante è solo ciò che piace a noi. Si è tutti un po’ troppo egoisti, non importa più il benessere collettivo ma solamente quello personale e così anche nei luoghi pubblici si tende a fare e/o dire tutto quello che si vuole.
      E purtroppo più si va avanti e peggio è…
      Mchan

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...